Il crowdfunding come forma di finanziamento collettivo attraverso la rete non è di certo una novità, anzi. Ma quando questo processo collaborativo è al servizio della rigenerazione urbana, allora val bene una menzione. Se non un vero e proprio premio: quello assegnato a “Urban Texture”, fra i vincitori del “Bando PIN– Pugliesi Innovativi della Regione Puglia. L’obiettivo del progetto, nato a Bari dalla mente creativa di tre architetti e un ingegnere informatico, tutti under 35, è quello di raccogliere fondi da destinare alla riqualificazione del territorio. Da qui l’idea di un sito web e di una app che possano realizzare progetti per migliorare la qualità di vita nelle aree meno felici del tessuto urbano, nei luoghi “del cuore” dimenticati e abbandonati all’incuria.

Ciascun cittadino, attraverso la piattaforma dedicata, può avanzare la propria proposta di riqualificazione urbana, condividerla pubblicamente, sottoporla all’attenzione di possibili stakeholder e, in tal modo, tentare di ottenere un finanziamento collettivo per la sua realizzazione. Una raccolta di risorse “dal basso” in cui chi finanzia viene costantemente informato sugli sviluppi. Non solo: ad ogni donazione effettuata corrisponderà una ricompensa esclusiva e commisurata all’importo elargito.

Alla base di “Ubran Texture” c’è la semplice quanto urgente constatazione di un problema: a Bari, ma, più in generale, nelle città della Puglia, esistono vuoti urbani, zone degradate, sottoutilizzate o dismesse. Luoghi che hanno necessità di tempestivi ed efficaci interventi di riqualificazione, valorizzazione e di un pronto recupero del decoro urbano. Ma, troppo spesso, mancano le risorse economiche per attuare piani a lungo termine finalizzati alla rigenerazione urbana e sociale.

Per questo, il giovane team di “Urban Texture” ha pensato di rendere protagonista la cittadinanza e farle “adottare” un progetto di promozione del territorio con l’intento di utilizzare il crowdfunding, normato in Italia da uno specifico Regolamento, come motore dello sviluppo socio-economico della Regione Puglia.

Il cronoprogramma del progetto, partito nel novembre 2017, ha visto tra febbraio e marzo di quest’anno l’apertura della raccolta pubblica di progetti che possano migliorare la “qualità” dei centri abitati. Ad aprile verrà invece lanciato il portale web vero e proprio; in seguito saranno stilate le linee guida per la conduzione delle campagne di crowdfunding sulla piattaforma online. Infine, nel settembre 2018 è previsto l’avvio del primo progetto realizzabile mediante il finanziamento collettivo.

Fonte: http://partecipazione.regione.emilia-romagna.it/news/normali/2018/crowdfunding-in-puglia-arriva-201curban-texture201d

Lascia un commento